Efficientamento energetico
Analisi energetiche edifici

Energia - impianti

 

COS’E’ LA DIAGNOSI ENERGETICA DEGLI EDIFICI ?
La diagnosi energetica o audit energetico è una valutazione sistematica, documentata e periodica dell’efficienza dell’organizzazione del sistema di gestione del risparmio energetico, ovvero l’insieme delle attività professionali atti ad individuare “lo stato di salute” di un sistema edificio-impianto.


A COSA SERVE LA DIAGNOSI ENERGETICA DEGLI EDIFICI ?
La diagnosi energetica è una delle componenti chiave all’interno di un programma di efficienza energetica e la sua importanza nasce dal fatto che viene utilizzato per stabilire dei parametri per le misurazioni da effettuare e stabilire la base degli interventi su cui intervenire per migliorare le prestazioni energetiche dell’edificio.
La diagnosi energetica si pone l’obiettivo di capire in che modo l’energia viene utilizzata, quali sono le cause degli eventuali sprechi ed eventualmente quali interventi possono essere suggeriti all’utente, ossia un piano energetico che valuti non solo la fattibilità tecnica ma anche e soprattutto quella economica delle azioni proposte.
Le società ESCo possono essere un supporto alle aziende nella esecuzione delle diagnosi energetiche.

Impianti

La Certificazione degli Impianti viene rilasciata per le seguenti tipologie di impianto:

  • impianti elettrici;

  • impianti di protezione dalle scariche atmosferiche;

  • impianti di automazione di porte e cancelli;

  • impianti di riscaldamento, condizionamento e climatizzazione;

  • impianti idro – sanitari;

  • impianti gas;

  • impianti di sollevamento (ascensori, montacarichi, scale mobili e simili);

  • impianti di protezione antincendio.

 

QUANDO È NECESSARIA LA DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ (rogito, cessione e compravendita)
La Dichiarazione di Conformità degli Impianti è obbligatoria in caso di:

  • richiesta del rilascio del certificato di agibilità

  • allaccio di nuove utenze (luce, gas, acqua). In questo caso, il conduttore dell’immobile, è tenuto a fornire una copia della Certificazione di Impianto al fornitore del servizio

  • può essere richiesta in caso di richiesta di nulla osta sanitario per le attività commerciali insieme al Certificato di Prevenzione Incendi

  • può essere richiesta nel caso in cui si voglia modificare il proprio contratto di fornitura

  • nel caso di trasferimento o locazione dell’immobile (salvo diversi accordi tra le parti)

  • può essere richiesta dall’amministratore per l’anagrafe del condominio

  • rilascio dell’Attestazione di Idoneità Abitativa

 

La diagnosi energetica degli edifici è un insieme sistematico di rilievo, raccolta ed analisi dei parametri relativi ai consumi specifici e alle condizioni di esercizio dell’edificio e dai suoi impianti definibile come una “valutazione tecnico-economica dei flussi di energia”.
I suoi obiettivi sono quelli di:

  • definire il bilancio energetico dell’edificio

  • individuare gli interventi di riqualificazione tecnologica

  • valutare per ciascun intervento le opportunità tecniche ed economiche

  • migliorare le condizioni di comfort e di sicurezza

  • ridurre le spese di gestione

La diagnosi energetica: si tratta di un’analisi approfondita condotta attraverso sopralluoghi presso l’unità produttiva e l’esame di documenti forniti dal cliente. Vengono raccolti i dati di consumo e i costi energetici ed inoltre dati sulle utenze elettriche, termiche, frigorifere, acqua (potenza, fabbisogno/consumo orario, fattore di utilizzo, ore di lavoro ecc.). Su questa base si procede nella ricostruzione dei modelli energetici. Da tali modelli sarà possibile ricavare la ripartizione delle potenze e dei consumi per tipo di utilizzo (illuminazione, condizionamento...), per fascia oraria e stagionale. La situazione energetica, così inquadrata, viene analizzata criticamente ed in confronto con parametri medi di consumo al fine di individuare interventi migliorativi per la riduzione dei consumi e dei costi e la valutazione preliminare di fattibilità tecnico-economica.

Certificazioni energetiche

L’ Attestato di Prestazione Energetica è il risultato di una procedura di calcolo che permette di valutare il rendimento energetico di un edificio. Le prestazioni energetiche dell’edifico dipendono da molti fattori, ma gli elementi che incidono maggiormente sul rendimento energetico sono l’impianto di climatizzazione invernale, la coibentazione delle superfici disperdenti (pareti e solette verso ambienti non riscaldati) ed infissi. Semplificando ulteriormente, possiamo dire che l’ Attestato di Prestazione Energetica permette di dare una valutazione di quanta energia l’edificio disperde rispetto a quella che è stata usata per tenere lo stesso edificio in condizioni di comfort.  Esso, in prima approssimazione, misura le dispersioni energetiche dell’edifico rispetto al  rendimento del generatore di calore.  A questo si deve aggiungere il contributo dato dalle fonti rinnovabili e dal sistema di acqua calda sanitaria.

 

LE SANZIONI

Nei casi di mancata consegna nei contratti d’affitto le multe possono andare da 300 a 1.800 euro. Nei casi di nuova costruzione (vale anche per quelli ristrutturati), i costruttori che non dotano l’edificio dell’attestato l’ammenda va da 3 mila a 18 mila euro. Variano invece da 500 a 3 mila euro le sanzioni per chi negli annunci immobiliari non indica informazioni sulla prestazione energetica. Nel caso invece di attestati non conformi, i professionisti abilitati a redigerli rischiano da 700 a 4.200 euro di sanzioni.